Rende: Unical, l’Unione Ciechi e la scrittura Braille

Oggi ricorre la XI Giornata nazionale del braille, la scrittura tattile che ha consentito ai non vedenti di eliminare una grossa barriera che li divideva da lettura e apprendimento. All’Università della Calabria si è svolto il simposio “Il braille: una via d’accesso alla Cultura, all’Umanità, alla Vita”, promosso dal Consiglio Regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, in collaborazione con il Servizio Studenti con Disabilità, DSA e BES dell’ateneo e con le cinque sedi calabresi dell’Unione Ciechi. La manifestazione intende focalizzare l’attenzione sull’importanza che i “puntini” pensati da Louis Braille rivestono per chi ha problematiche visive. La scrittura braille ha avuto un’enorme importanza nell’ambito formativo, promuovendo autonomia e una vera integrazione per i non vedenti. Da qui la necessità di una didattica appropriata. La Calabria, come, purtroppo, molte altre regioni italiane, ha ancora molto cammino da fare in direzione della vera integrazione.

Permanent link to this article: https://www.wdi.it/?p=34480