Cosenza: la protesta dei detenuti

Il sovraffollamento della struttura, lamentato da tempo, ma anche tutta la gestione dei servizi interni, che lascerebbe a desiderare. Sono questi i motivi della protesta che sta interessando anche il carcere di Cosenza. Protesta che dilaga in decine di strutture di tutta Italia. Un vento che adesso arriva anche in Calabria. I detenuti di tutte le sezioni, compresa quella speciale, hanno battuto le stoviglie contro le grate delle celle e urlato slogan e invettive. Tutto per la mancata applicazione del decreto svuota-carceri, che avrebbe dovuto mandare ai domiciliari i responsabili dei reati meno gravi e che devono scontare pene inferiori ad un anno. Invece, fanno sapere i detenuti anche attraverso i loro familiari, nel carcere si sta sempre peggio, con celle affollate e servizi disumani. I detenuti di Cosenza hanno lanciato oggetti fuori dalle finestre, sventolato improvvisate bandiere e incendiato fogli di giornale. Da sotto si sentiva urlare “vogliamo l’amnistia”. Ma non ci sono stati problemi di sicurezza.

Permalink link a questo articolo: https://www.wdi.it/cosenza-la-protesta-dei-detenuti/