Reggio Calabria: è emergenza rifiuti, raccolta ferma da 4 giorni

E’ emergenza rifiuti a Reggio Calabria: la spazzatura per le strade non viene raccolta da quattro giorni a causa di una protesta dei dipendenti della Leonia, l’azienda municipalizzata che si occupa dello smaltimento. Tonnellate di rifiuti sono accatastate per strada, accanto ai cassonetti, creando anche disagi alla mobilita’ di persone ed auto. Alcuni contenitori sono stati incendiati nel corso della notte da cittadini esasperati per la situazione. I lavoratori lamentano il mancato pagamento di 15 giorni di stipendio di ottobre e chiedono garanzie sul pagamento delle spettanze di novembre, previsto per il 15 dicembre, e della tredicesima. Ieri, in Prefettura, si e’ tenuta una riunione con il sindaco Demetrio Arena, i rappresentanti dell’azienda ed una delegazione di lavoratori, nel corso della quale Arena si e’ impegnato a pagare il 15 dicembre quanto dovuto. Le rassicurazioni del Sindaco, pero’, non hanno convinto i lavoratori che, nel corso di un’assemblea, hanno deciso di andare avanti nella protesta fino al pagamento delle spettanze e di effettuare la raccolta solo nei punti sensibili, quali gli ospedali, il carcere ed i mercati. La Leonia ha anche inviato una lettera al Prefetto di Reggio Calabria, Luigi Varratta, chiedendo la precettazione dei lavoratori in quanto non avrebbero rispettato le norme sulla garanzia dei servizi pubblici essenziali, dal momento che, dopo aver proclamato uno sciopero per il 14 dicembre, hanno iniziato l’astensione dal lavoro in anticipo rispetto a quella data.

Permalink link a questo articolo: https://www.wdi.it/reggio-calabria-e-emergenza-rifiuti-raccolta-ferma-da-4-giorni/