Cosenza: cantiere abusivo sequestrato dal Nucleo Decoro Urbano

E’ proprio d’estate che, con la città semideserta, si raggiunge il picco dell’abusivismo. Questo lo sa, però, anche il Nucleo Decoro Urbano della polizia municipale di Cosenza. Che controlla a tappeto la città. E questa volta ha scoperto e sequestrato un cantiere edile che non aveva alcuna autorizzazione, in piazza Arnaldo Schettini, nell’ultimo lotto di Via Popilia. Il cantiere si trovava su un reliquato di terreno destinato a spazio pubblico, dove però alcune persone stavano costruendo un manufatto in laterizi. Quest’anno, per volontà dell’Amministrazione Comunale e su disposizione del Comandante uscente Giovanni De Rose e del nuovo Comandante Giuseppe Bruno, proprio per scongiurare gli eventuali abusi edilizi o l’occupazione di spazi destinati a verde pubblico, l’Ispettore Luca Tavernise, Responsabile del Distacco del Nucleo Decoro Urbano della polizia municipale, ha intensificato i controlli su tutto il territorio, monitorando alcune aree “a rischio” con uno speciale drone aereo, che riesce ad individuare movimenti a terra da un’altezza di 70 metri. Inoltre l’intera zona di via Popilia ed altre parti del territorio sono state munite di un sistema di videosorveglianza che sarà in funzione dai primi giorni di agosto e sarà, per esempio, in grado di leggere una targa automobilistica da parecchie decine di metri di distanza. Quindi, tempi duri per gli abusivi!

Permanent link to this article: https://www.wdi.it/cosenza-cantiere-abusivo-sequestrato-dal-nucleo-decoro-urbano/

Cosenza: Cauteruccio si racconta al Museo dei Brettii e degli Enotri

Il Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, nell’ambito del “Festival delle Invasioni”, ha ospitato il regista Giancarlo Cauteruccio che si è raccontato in una lezione scenica. Una sorta di autobiografia dal vivo, dal titolo “Dal teatro della scena alla drammaturgia dello spazio”. E’ stato un viaggio a ritroso nel tempo, a partire dalle sue prime esperienze, al Liceo Artistico di Cosenza, fino al suo lavoro personale di sperimentazione dei linguaggi artistici, a livello nazionale ed internazionale. Giancarlo Cauteruccio, grande innovatore della scena teatrale italiana, da più di 40 anni guida la compagnia Krypton, che ha realizzato l’opera immersiva “Nel chiostro del tempo”, ospitata permanentemente nel Museo dei Brettii e degli Enotri. Un modo originale e innovativo per promuovere la collezione museale che sarà fruibile fino al 25 luglio.

Permanent link to this article: https://www.wdi.it/cosenza-cauteruccio-si-racconta-al-museo-dei-brettii-e-degli-enotri/

Cosenza: Villa Rendano, teatro tra Napoli e Cosenza

Cosenza – Napoli, andata e ritorno: questo il tema di un brillante spettacolo talk inserito nel cartellone di “Sere d’estate a Villa Rendano”. L’eterno duello tra due mondi, la vita, gli amori, i tic di metà ‘900 dell’umanità che attraversava le strade e i quartieri della città antica di Napoli e del centro storico di Cosenza sono stati raccontati attraverso l’umorismo di Franco Calomino e il piglio di Rino Amato.

Permanent link to this article: https://www.wdi.it/cosenza-villa-rendano-teatro-tra-napoli-e-cosenza/

Celico: Anas, consegnati i lavori di adeguamento del viadotto Cannavino

L’Anas ci tiene a ribadire che il viadotto Cannavino è sicuro, ma inizia lo stesso una serie di lavori per aumentarne le caratteristiche antisismiche. Oggi la firma per la consegna dei lavori. Si comincerà con il lavoro sui piloni, in modo da non chiudere il viadotto per questa estate. Intanto si adeguerà la viabilità alternativa. Poi si passerà all’impalcato. Ma il ponte sarà fruibile nel periodo natalizio, per poi essere ancora chiuso fino alla prossima estate.

Permanent link to this article: https://www.wdi.it/celico-anas-consegnati-i-lavori-di-adeguamento-del-viadotto-cannavino/

Cosenza: Comune, presentata mostra multimediale AtlantiS

A Cosenza, il mito dell’antica Atlantide rivive nel Museo Multimediale di Piazza Bilotti, grazie ad una straordinaria esperienza immersiva realizzata dalla scenografa Antoinette Strauss, già ideatrice de “La magia del Natale” dello scorso dicembre. La mostra, dal titolo “AtlantiS, la città sommersa”, racconta il mito dell’antica città perduta, menzionata da Platone. E’ un’esperienza unica nel suo genere, un viaggio nell’isola leggendaria sommersa, in fondo al mare, che inizia dalla scoperta delle profondità, passando dentro una meravigliosa barriera corallina e arrivando fin dentro l’oceano, che custodisce i segreti e i tesori che anche i pirati più temerari hanno cercato in tutti i sette mari, senza mai trovarli. La mostra “AtlantiS, la città sommersa” sarà visitabile al Museo Multimediale di Piazza Bilotti fino al prossimo 13 ottobre.

Permanent link to this article: https://www.wdi.it/cosenza-comune-presentata-mostra-multimediale-atlantis/