Ago 18

Roseto Capo Spulico: “Suoni e suggestioni di una notte di mezza estate” 2017

A Roseto Capo Spulico, successo straordinario per la quarta edizione di “Suoni e suggestioni di una notte di mezza estate”. Fino alle prime luci dell’alba, migliaia di visitatori hanno potuto godere delle numerose attrazioni offerte da tanti artisti, che si sono esibiti in accattivanti spettacoli, non solo sui palchetti disseminati per tutto il lungomare, ma anche tra la folla, coinvolgendo in giochi e magie grandi e piccini. A mezzanotte, poi, lo spettacolo più bello: quello dei fuochi pirotecnici, in due diversi punti della spiaggia. Stupore e meraviglia, per oltre 20 minuti, hanno accompagnato l’entusiasmo di migliaia di persone, che hanno cercato di immortalare con i loro scatti puri momenti di magia, complice anche l’effetto spettacolare delle limpide acque del mare, illuminate dal gioco di luci e dai lunghi fuochi, che hanno reso ancora più calda una dolce notte d’estate, accarezzata da una delicata brezza marina. La quarta edizione di “Suoni e suggestioni di una notte di mezza estate” ha creato la giusta atmosfera per il prossimo importante appuntamento: il 21 agosto, infatti, sulla spiaggia antistante il meraviglioso castello, la 7ª edizione di “Serenate a Federico II”, oltre ad offrire ai tanti ospiti il concerto di Dolcenera, svelerà un’altra importante pagina della storia di Roseto Capo Spulico.

Ago 18

Altomonte: Biagio Izzo chiude la prima parte del Festival Euromediterraneo

La filosofia tutta napoletana di Biagio Izzo ha creato la giusta atmosfera per uno spettacolo molto apprezzato, che ha chiuso la prima parte della 30ª edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte. Il festival, seguendo il motto “Connessioni Culturali”, rappresenta un punto d’incontro della cultura in tutte le sue espressioni. Lo spettacolo di Biagio Izzo è un altro tassello di questo mosaico. Il Festival Euromediterraneo punterà, adesso, a costruire anche una vera “officina del festival”, creando uno spazio di produzione, in collaborazione con i diversi artisti che calcano le scene di Altomonte. E la seconda parte del festival comprenderà nuovi ed interessi eventi.

Ago 18

Rocca Imperiale: lo spettacolo continua con il Lemon Fest 2017

Rocca Imperiale sta celebrando la quarta edizione di Lemon Fest, tre intense giornate dedicate al prodotto principe della sua terra: il limone. La storia di Rocca Imperiale è intimamente legata al suo limone, che si fregia del prestigioso marchio IGP e che, da oltre un secolo, costituisce il motore dell’economia del territorio. Oggi i tempi sono maturi per fare importanti passi avanti verso quella filiera il cui processo è già iniziato e che potrà far decollare in maniera determinante lo sviluppo socioeconomico di tutto l’Alto Ionio. Il Lemon Fest è anche l’occasione per far vivere a turisti e visitatori momenti di sano intrattenimento. Dopo gli spettacoli dei primi due giorni, che hanno visto alternarsi numerosi artisti, tra cui il comico Gianluca Blumetti e il gruppo folk dei Renanera, cresce l’attesa per il concerto di stasera, che vedrà sul grande palco dell’arena del mare Fabrizio Moro.

Ago 16

Roseto Capo Spulico: Federico II rivive con il corteo storico

Non c’è estate, a Roseto Capo Spulico, senza che si rivivano le atmosfere della storia, della tradizione e del folklore. Per l’ottavo anno, infatti, tra le viuzze del borgo delle rose si sono rivissute le suggestioni del corteo storico dedicato al sovrano Federico II, uno dei simboli della terra dell’alto jonio. L’evento culturale e turistico assieme, organizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione “Orizzonti Rosetani”, ha visto la partecipazione di numerosi figuranti, tra uomini, donne e bambini, che per un giorno hanno indossato i panni dei nobili di un tempo. Ad accompagnare il corteo, il suono delle trombe e dei tamburi e gli acrobatici sbandieratori, che incantano sempre grandi e piccini. Come in ogni occasione di questo tipo, anche il cibo ha fatto la sua parte con le pietanze a base di carne di cinghiale. Il menù era, naturalmente, ispirato alla cucina preferita da Federico II, noto per le sue battute di caccia. L’appuntamento con la storia di Federico II resta solo uno degli eventi di punta dell’estate rosetana, che ha un obiettivo preciso: quello di incrementare i flussi turistici offrendo non solo un mare cristallino, da bandiera blu, ma anche un patrimonio culturale tutto da scoprire e da vivere. Un obiettivo che l’Amministrazione comunale di Roseto Capo Spulico sembra davvero aver raggiunto.

Ago 14

Castelsilano: concluso il campo dell’Unione Ciechi e protezione civile

“2.0 – Noi e la Protezione civile”: era questo il motto scelto per il campo che l’Unione Ciechi di Cosenza ha promosso, insieme all’Irifor e alla protezione civile, a Castelsilano. Decine di ipovedenti e non vedenti si sono cimentati in diverse attività come il tiro con l’arco, l’attraversamento del ponte tibetano, orienteering, escursioni e simulazioni di soccorso. Per dimostrare che è possibile promuovere la crescita delle persone con difficoltà visiva. L’iniziativa silana è unica in Italia. Almeno finora, visto che ha avuto molti apprezzamenti e probabilmente diventerà un modello da riproporre anche altrove.

Post precedenti «